Top 5 Cecil Beaton Portraits!


Per vedere altre Top 5! Di altri grandi maestri della fotografia clicca su Top 5 Photo!

Note Biografiche: riporto qui alcune note biogrfiche tratte da un interessante articolo di La vie c’est chic. “Fotografo inglese, padre del ritratto dell’alta società internazionale. Comincia a scattare immagini in tenera età quando ancora frequenta la High School Harrow di Londra, per poi proseguire al St John’s College di Cambridge. (…) Amante del buon gusto e grande snob, è attratto dai personaggi famosi dei quali costruisce con cura i ritratti. Per decenni in Inghilterra ricopre il ruolo di fotografo ufficiale di corte, contribuendo a creare l’immagine di Mary, la regina madre, e di Elisabetta II. Nel frattempo, negli anni ’30, già celebre per i servizi di moda apparsi su Vogue, conosce e conquista Hollywood: infinita è la serie di divi e divine che hanno posato davanti al suo obiettivo per Vanity Fair. Tra questi, Buster Keaton, Gary Cooper, Lillian Gish, Vivien Leigh, Norma Shearer, Johnny Weissmuller, Marlene Dietrich, Marlon Brando, Audrey Hepburn, Frank Sinatra e il suo clan, Marilyn Monroe e, soprattutto, Greta Garbo. Come da lui stesso affermato, l’unica sua grande passione femminile, tanto da chiederle, invano, nel 1946, di sposarlo. Negli anni ’40, Beaton, che ha fatto della frivolezza e della raffinatezza i caposaldi della sua vita artistica e personale, viene chiamato alle armi: dapprima, gli viene chiesto di scattare le fotografie ufficiali della regina da mandare alle truppe e, poi, di ritrarre Winston Churchill alla scrivania ordinatissima, sigaro in bocca e sguardo sornione. (…) La sua immagine di una bambina londinese, ferita durante un bombardamento e ricoverata in ospedale, viene pubblicata sulla copertina di Life, smuovendo le truppe americane all’entrata in guerra alla volta della Liberazione. (…) Finito il conflitto, Beaton può tornare al suo tanto adorato mondo internazionale e alla sua passione per l’arte figurativa, che ora declina anche nel cinema e nel teatro, ricoprendo il ruolo di costumista: Anna Kareninanel 1947 con Vivien Leigh; My fair lady a Broadway nel 1956 e, successivamente, l’omonimo film con Audrey Hepburn; Gigi nel 1957. Nominato baronetto nel 1972, realizza il suo ultimo servizio per Vogue sulle collezioni di moda dell’autunno 1979. (…)” (Tratto da La vie c’est chic. Leggi l’articolo completo su La vie c’est chic)

Frasi celebri o significative (basta una delle due):
– “What is elegance? Soap and water”
– “Be daring, be different, be impractical, be anything that will assert integrity  of purpose and imaginative vision against the play-it-safers, the creatures of  the commonplace, the slaves of the ordinary.”
– “All I want is the best of everything and there’s very little of that left.”

Sito Ufficiale:

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...